Il Ramen Giapponese: Storia, Origine e Stili

43

Post is also available in: Inglese

Oggi voglio finalmente introdurre uno dei miei piatti preferiti, anzi sarebbe meglio dire che vi introduco nella mia ossessione: Il Ramen Giapponese. Sono sempre stata incuriosita dal Ramen, sono cresciuta con i cartoni animati provenienti dal Giappone e poi sono diventata amante degli anime, un esempio? Beh come non nominare Naruto! Che oltretutto non è solo un gran amante del ramen, ma porta addirittura il nome di uno dei topping di questo piatto!

Il Ramen è la ricetta su cui effettuo una vera e propria ricerca compulsiva, per poterla perfezionare sempre di più. A partire dal trovare gli ingredienti originali, a come crearli, come ho fatto con il kansui, riuscire a preparare i Ramen Noodles freschi al posto di acquistare quelli secchi, che sono buonissimi ma sono completamente diversi. Le tecniche, i vari metodi di preparazione, senza dimenticare le ricette originali del territorio e ovviamente, la sperimentazione per creare le mie bowl.

Da qui si parte con una guida che parlerà del Ramen Giapponese sotto ogni suo aspetto, in modo che tutti gli amanti di questo piatto possano avere le informazioni, le nozioni e anche ricette per poter preparare il ramen giapponese a casa.

Origini e Storia del Ramen Giapponese

La cucina Giapponese annovera una svariata tipologia di piatti e ricette. Il Ramen è uno dei piatti più importanti non solo in Giappone, ma in tutto il mondo dato la sua versatilità. Il Ramen è una zuppa composta da spaghetti di frumento, brodo a base di carne, pesce o verdura, una salsa che ne definisce il tipo, un un olio aromatico e guarnita con vari topping come il Chashu, Menma, Kamaboko, mais e tanti altri. è davvero un piatto speciale che sa regalare tanta soddisfazione sotto ogni aspetto, visivo, olfattivo e ovviamente gustativo!

La storia del ramen più accreditata, lo fa risalire alla guerra sino-giapponese (cino-giapponese). Alla fine di essa, questo piatto fu importato dalla Cina in Giappone. Il nome del piatto originale cinese è Lanzhou Ramen, una zuppa piuttosto differente dal Ramen Giapponese. Il Ramen Cinese risale a circa 4000 anni fa, è semplice, ed incarna ancora oggi le sue antiche tradizioni. I noodles sono fatti cuocere per pochissimo tempo, immersi nel brodo preparato con il manzo, condito con sale e un mix di altre spezie.

Il Ramen Giapponese invece, si è evoluto adattandosi alle varie specialità e ingredienti delle diverse aree del Giappone. Una delle differenze principali è il fatto che il brodo viene condito porzione per porzione con il Tare (o Motodare) e oli aromatici, per conferire diverse sfumature di gusto al brodo. Il Tare non ha una sola ricetta, ne esistono diverse (infinite in verità) ed è principalmente grazie ad esso, che si sviluppano cosi tanti tipi di ramen.

Lo Sviluppo degli Stili di Ramen

La storia del ramen giapponese, vede una vera diffusione alla fine della seconda guerra mondiale, era una zuppa molto semplice più simile al tipo cinese o agli Udon in brodo (Kake Udon) ovvero semplici noodle in brodo, con l’aggiunta di qualche topping. Ma con il tempo si svilupparono diverse tipologie di ramen:

  • Il Ramen Classico: abbondante zuppa non densa, ramen noodles, Tare, olio aromatico e topping;
  • Lo Tsukemen Ramen: poca zuppa mediamente o altamente densa, il tare è molto più denso che nel ramen classico, olio aromatico, salsa per inzuppare i noodles a parte, topping. In alcuni casi la zuppa non è nemmeno presente. Servizio simile agli Zaru – Soba, Zaru – Udon e Kamaage – Udon;
  • Il Mazemen o Aemen Ramen: pochissima zuppa molto densa, in alcuni casi addirittura assente, Tare, olio aromatico e topping. Servizio simile all’Abura – Soba;

Questi tre gruppi rappresentano i tre stili di sevizio diciamo principali del Ramen Giapponese, perché il ramen si distingue in molti altri modi, per esempio in base alla regione o alla città di provenienza, in base al tipo di brodo o in base al tare. Questi li vedremo in specifici articoli per non creare troppa confusione con eccessive informazioni.

L’evoluzione di questo piatto però non si ferma qui. Col passare del tempo sono stati, e vengono introdotti prodotti provenienti da altre parti del mondo come i pomodori o i pomodori secchi, porcini secchi o parmigiano dato che questi ultimi tre racchiudo il famoso Umami. Sono nati anche ramen a base di pesce e anche completamente vegetariani.

Componenti del Ramen

Le Componenti del Ramen

Il Ramen può contenere una miriade di ingredienti differenti ma le parti che lo vanno a comporre sono 5:

  1. Ramen Noodles
  2. Brodo
  3. Tare
  4. Olio Aromatico
  5. Topping

La combinazione di questi cinque elementi, se ben equilibrati danno vita a piatti davvero straordinari. Nei prossimi articoli, parlerò specificatamente di ognuno di loro, e non solo. Ho deciso di creare una vera e propria serie sul Ramen Giapponese, dove descriverò ogni sua parte, per capirne meglio la natura, le tipologie, gli stili e per far si che tutti coloro che amano questo piatto quanto me o semplicemente ne sono incuriositi, possano cimentarsi in questa preparazione che sembra facile ma non lo è.

Ma non per questo vi dovete scoraggiare! Perché vi assicuro che in questi anni ogni sforzo, ogni sbaglio sono stati ripagati nel tempo. Non posso sicuramente dire che sono arrivata alla ricetta definitiva, perché so che ho ancora molto da fare, ma sono arrivata ad un punto in cui posso iniziare a parlarne in maniera più concreta, e a condividere ciò che ho imparato in questi anni. In modo da rendere più semplice a te approcciarti alla preparazione del Ramen.

Spero che questa serie possa piacerti, ed essere una buona guida per coloro che come me, sono stati completamente rapiti dal Ramen Giapponese!

Itadakimasu!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Like
Chiudi
Recipes Journey © Copyright 2018-2021. Tutti i diritti riservati.
Chiudi